Da oggi l'Iva al 22% - Moda Artigiana

1 ottobre 2013
Categoria:
News
Commenti: Commenti disabilitati

Tags: , ,

Da oggi l’Iva al 22%: atteso un gettito di 4,2 miliardi € Cgia: mobili, elettrodomestici e manutenzione della casa subiranno i maggiori aggravi 01/10/2013 . E’ scattato oggi l’aumento dell’Iva ordinaria dal 21 al 22 per cento. Ne subiranno le conseguenze beni e prodotti come mobili, elettrodomestici, benzina, scarpe, giocattoli, computer, vino, mentre non subiranno aumenti, o almeno non diretti, i beni di prima necessità come pane, latte, carne e pesce. L’aumento del costo del trasporto potrebbe però lo stesso incidere sul prezzo finale di questi prodotti. In base alle stime della Cgia di Mestre, le merci e i servizi che subiranno i maggiori aggravi sono i mobili, gli elettrodomestici e la manutenzione della casa. A fronte di una spesa annua delle famiglie italiane pari a 68,5 miliardi di euro, l’aumento dell’Iva comporterà un incremento della spesa di 567 milioni. Al secondo posto troviamo l’abbigliamento e le calzature: la spesa annua attuale di 66,5 miliardi crescerà di 550 milioni a causa del ritocco dell’Iva.

per essere presente nel mondo

per essere presente nel mondo

Al terzo posto di questa classifica troviamo le riparazioni, le manutenzioni e i pezzi di ricambio dei mezzi di trasporto. A seguito di una spesa famigliare annua di 36 miliardi di euro, l’incremento dell’aliquota ordinaria dell’Iva su questa spesa garantirà un gettito aggiuntivo di 298 milioni di euro. “A subire l’aggravio più pesante – commenta Giuseppe Bortolussi segretario della CGIA – saranno gli acquisti dei prodotti made in Italy che costituiscono l’asse portante del nostro manifatturiero. Pertanto, il probabile calo dei consumi che interesserà queste voci avrà degli effetti molto negativi anche sulla miriade di piccole e medie imprese che già oggi operano in condizioni di grave difficoltà a seguito di una tassazione a livelli record, ad una burocrazia eccessiva ed asfissiante e di una crisi che continua a produrre i suoi effetti negativi”. La CGIA ricorda che il gettito annuo atteso dall’incremento dell’aliquota ordinaria dell’Iva dal 21% al 22% è pari a 4,2 miliardi di euro all’anno: questa somma graverà per il 67% (circa 2,85 miliardi di euro) sulle tasche delle famiglie, mentre il rimanente 33% (1,35 miliardi) colpirà le imprese, il settore no profit e in parte anche la Pubblica amministrazione. di Elena Giovinazzo – fonte:aostaoggi.it

arte artigianato

solo pelli naturali e manodopera artigianale italiana


L'arte incontra la moda

Le nostre categorie