Mario Boselli confermato presidente della Camera della moda - Moda Artigiana

15 aprile 2014
Categoria:
News
Commenti: Commenti disabilitati

Tags: , , ,

Mario Boselli confermato presidente della Camera della moda

Il piano per il 2014 dell’ad Jane Reeve focalizzato su giovani, digitale ed Expo

L’assembela straordinaria e ordinaria dei soci della Camera nazionale della moda italiana (Cnmi) si è riunita oggi a Palazzo Turati, nel cuore di Milano. All’ordine del giorno c’era l’approvazione del bilancio 2013, del budget per l’anno 2014 e la presentazione del piano strategico e la nomina del nuovo consiglio direttivo.

L’assemblea ha confermato Mario Boselli nel ruolo di presidente della Camera, nell’ottica di garantire continuità in una fase di grande rinnovamento e cambiamento. “Ringrazio l’assemblea per la rinnovata fiducia e sono lieto di mettere a disposizione la mia esperienza in un periodo fondamentale per la Camera e per il futuro della moda” ha commentato Boselli.

moda italiana

“Ritengo di dover parlare del problema del cambio dell’euro con il dollaro – ha detto Boselli nel corso della sua relazione introduttiva - che ha raggiunto livelli insopportabili per la competitività del nostro sistema manifatturiero. Credo infatti che un cambio che oscilla tra 1,37 e 1,39 ponga alla nostra filiera gravi problemi e che sia essenziale intervenire al più presto per riportarlo ad un livello in grado di consentire al sistema di esportare.
Considerando che il nostro paese per varie ragioni non potrà riprendere la strada di uno sviluppo vigoroso nei tempi brevi, l’imperativo è e resta sempre quello di esportare. Esportare di più significa più lavoro, più produttività, quindi salari più elevati e consumi maggiori. Per le imprese significa investimenti in espansione produttiva o almeno non disinvestimenti. Quindi, in ultima analisi, crescita anche della domanda interna.”

Jane Reeve, amministratore delegato della Camera della moda, ha poi presentato le linee strategiche per il 2014, con l’obiettivo di promuovere il sistema moda italiano e valorizzarne il ruolo strategico nello scenario economico italiano. Un programma di azioni proiettato al futuro, la ricerca di nuovi modi di comunicare grazie all’enorme potenziale offerto dal digitale, la valorizzazione delle sfilate e una vocazione internazionale sempre più radicata: così Jane Reeve ha evidenziato il ruolo “contemporaneo” della Camera della moda, una contemporaneità arricchita inoltre dal forte impegno a sostegno dei giovani talenti e dall’interazione con le differenti eccellenze del made in Italy.
Un rilancio della Camera, che anche in vista dell’Expo 2015, deve trasformarsi in polo di attrazione di energia e creatività, facendo leva sulle sinergie tra attori dell’ecosistema moda italiano per generare valore a tutta la filiera. I soci riuniti hanno espresso apprezzamento per le linee guida presentate da Jane Reeve, che rappresentano un concreto ed importante sostegno al made in Italy, come driver strategico per la crescita economica italiana.

modaL’assemblea ha poi reso omaggio al ruolo e alla figura di Beppe Modenese, presidente onorario della Camera e ha nominato i 15 consiglieri che compongono il nuovo Consiglio direttivo, in carica per il biennio 2014-2015:
MARIO BOSELLI – PRESIDENTE
JANE REEVE – CONSIGLIERE DELEGATO
PATRIZIO BERTELLI – PRADA SPA
LAVINIA BIAGIOTTI CIGNA – BIAGIOTTI GROUP SPA
CARLO CAPASA – E.C. SPA
BRUNELLO CUCINELLI – BRUNELLO CUCINELLI CASHMERE SPA
PATRIZIO DI MARCO – GUCCIO GUCCI SPA
GIOVANNA GENTILE FERRAGAMO – SALVATORE FERRAGAMO SPA
LUIGI MARAMOTTI – MAX MARA FASHION GROUP SRL
ANGELA MARIA MISSONI – MISSONI SPA
RENZO ROSSO – OTB SPA
STEFANO SASSI – VALENTINO FASHION GROUP SPA
CARLA SOZZANI – DIECI SRL
MARIA LUISA GAVAZZENI TRUSSARDI – TRUSSARDI SPA
ERMENEGILDO ZEGNA – ERMENEGILDO ZEGNA HOLDITALIA SPA

fonte:ilsole24ore


L'arte incontra la moda

Le nostre categorie